2017 - Rettifica al Piano di Governo del Territorio

Sono emerse, nell’ambito della gestione del Piano di Governo del Territorio e successive varianti delle incongruenze dovute ad errori materiali commessi in sede di redazione degli elaborati grafici e normativi, tali da rendere necessario procedere alla rettifica degli atti dello stesso Piano di Governo del Territorio.

Si è proceduto alla correzione degli errori materiali al PGT vigente, ai sensi dell’art. 13 comma 14 bis della L.R. 12/2005 s.m.i., nelle seguenti aree/situazioni e come puntualmente specificato nell’allegata Relazione di accompagnamento, a firma dell’arch. Giovanni Sciuto della Soc. UrbanLab di Magenta (MI):

- Correzione degli errori cartografici per le aree D4;

- Rettifica degli elaborati cartografici per l’individuazione delle aree in cui si verifica una situazione di potenziale contaminazione del sito a seguito del superamento delle concentrazioni soglia di contaminazione (CSC);

- Correzione degli elaborati cartografici per non presenza del secondo pozzo di captazione in Via Albegno;

- Rettifica degli elaborati cartografici per l’inserimento di aree specificatamente contraddistinte da apposita simbologia (*);

- Rettifica degli elaborati cartografici per l’inserimento di aree specificatamente contraddistinte da apposita simbologia, richiamata nella Normativa di Piano, ma non perimetrate nella cartografica, per la zona D2;

- Sostituzione, nell’articolo 1 comma 1, della parola Pds con la parola Pdr- Sostituzione, all’art. 71 della Normativa del Piano delle Regole, di un riferimento agli ambiti D4 anziché D3.

La correzione degli errori materiali e le rettifiche al PGT, ai sensi dell’art. 13 comma 14 bis della L.R. 12/2005 e s.m.i., non comportano consumo di suolo come definito dalla L.R. 31/2014 e s.m.i. e che non necessitano di essere corredate dall’asseverazione di congruità con la componente geologica del PGT di cui alla DGR X/6738 del 19.06.2017, non configurandosi come procedimento di variante urbanistica.


ALLEGATI