L′aria a Dalmine  

CHE COSA È E A CHE COSA SERVE :  

La qualità dell’aria a Dalmine

Compete all’ARPA, Agenzia Regionale per la Protezione dell’Ambiente, monitorare la qualità dell’aria in tutta la Lombardia, attraverso una rete di rilevamento costituita da più di 150 stazioni fisse che, per mezzo di analizzatori automatici, forniscono dati in continuo ad intervalli temporali regolari (generalmente con cadenza oraria). Tali postazioni sono distribuite su tutto il territorio regionale in funzione della densità abitativa e della tipologia di territorio. Una di queste è posizionata proprio a Dalmine, in via Verdi, all’interno del parco pubblico; per il contesto ambientale in cui è inserita (urbano), la “nostra” stazione registra i seguenti inquinanti: NO2, CO, PM10, PM2.5 e benzene.

I valori rilevati vengono pubblicati giornalmente sul sito dell’ARPA raggiungibile al presente link, indicando la Provincia di Bergamo ed il Comune di Dalmine.

Nel medesimo sito sono disponibili anche i rapporti provinciali sulla qualità dell’aria a partire dal 2001, che possono essere scaricati al presente link inserendo la Provincia di Bergamo e selezionando l’anno di interesse.

Per quanto riguarda il 2019, a Dalmine non si sono avuti superamenti dei limiti stabiliti dalla normativa per NO2, CO e benzene, mentre i limiti per le polveri sottili sono stati superati per n. 28 volte (n. 42 nel 2018, n. 48 nel 2017, n. 53 nel 2016 e n.72 nel 2015). 

Oltre alla centralina ARPA, esistono altre due realtà a Dalmine (l’inceneritore della REA Dalmine S.p.A. e l’acciaieria Dalmine – Tenaris S.p.A.) che effettuano il monitoraggio delle proprie emissioni in atmosfera. I dati rilevati vengono pubblicati giornalmente sui due schermi presenti all’ingresso del Municipio; in particolare i dati dell’inceneritore sono pubblicati anche sul sito della REA disponibile al presente link (sia nella home page che nella sezione “le nostre emissioni”). Entrambe le società inviano periodicamente i propri dati di monitoraggio alle autorità competenti in materia ambientale, rispettivamente Regione Lombardia e Provincia di Bergamo, e sono oggetto di periodiche verifiche e controlli da parte dell’ARPA.

Campagna informativa “Brucia bene la legna. Non bruciarti la salute”

Le regioni del Bacino Padano hanno stabilito di diventare partner del progetto europeo LIFE PREPAIR che mira a realizzare azioni coordinate per il miglioramento della qualità dell’aria.

Tra le azioni pianificate vi è quella di fornire informazioni utili ai cittadini per contenere le emissioni di inquinanti in atmosfera.

Da qui è nata la campagna “Brucia bene la legna. Non bruciarti la salute” che fornisce informazioni utili sulla corretta combustione della biomassa legnosa (tra cui legna e pellet) in piccoli apparecchi domestici che possono produrre elevati quantitativi di polveri sottili e altri composti tossici per la salute.

Una combustione corretta deve seguire poche ma importantissime regole quali, ad esempio, l’utilizzo di impianti certificati a basse emissioni e di combustibile di qualità, l’accensione dall’alto con micce ecologiche, la corretta installazione, pulizia e manutenzione, ecc.

Nella sottostante sezione “Allegati” è disponibile il manuale di questa campagna che è stato pubblicato anche sul sito del progetto PREPAIR raggiungibile al presente link


CHI :  

UFFICIO ECOLOGIA


Municipio, Piazza LibertÓ n.1, Piano Terra

RESPONSABILE :  

Viviana Lazzarini

ALLEGATI

Versione Stampabile Versione Stampabile