2011 - Geologico Idrogeologico e Sismico

L’entrata in vigore della "Legge per il governo del territorio", di cui all’art. 57 L.R. 11/03/2005, n. 12, ha modificato profondamente l’approccio culturale alla materia urbanistica passando dal concetto di pianificazione a quello di Governo del Territorio; la conseguente variazione degli atti costituenti lo strumento urbanistico comunale (Piano di Governo del Territorio – P.G.T.), impone una ridefinizione dei criteri tecnici volti alla prevenzione dei rischi geologici, idrogeologici e sismici a scala comunale.

La direttiva relativa al Piano Governo del Territorio è redatta anche in considerazione del D.M. 14.1.2008 "Approvazione delle nuove norme tecniche". In particolare sono riprese le indicazioni relative all’azione sismica, utili già nello studio finalizzato alla fase di pianificazione, rimandando alla fase attuativa l’applicazione specifica delle norme tecniche costruttive. Questa parte della direttiva rappresenta una novità in quanto tiene conto delle recenti normative in materia di rischio sismico e ne specifica alcuni profili, propri del livello comunale (microzonazione) sulla base dell’attuale classificazione sismica dei comuni lombardi.

La componente geologica, idrogeologica e sismica del Piano di Governo del Territorio è rappresentata da uno studio redatto in conformità alla direttiva, relativa al Piano Governo del Territorio, che sostituisce le precedenti deliberazioni n. 7/6645 del 29 ottobre 2001, n. 7/7365 del 11 dicembre 2001 ed integra la n. 6/40996 del 15 gennaio 1999. 


ALLEGATI