Servizio Gestione Rifiuti

Pagina in corso di aggiornamento

Trasparenza – Delibera 444/2019 ARERA

 

Ai sensi di quanto previsto e richiesto dalla delibera ARERA 444 del 31.10.2019, si pubblicano i seguenti contenuti per il Servizio integrato dei rifiuti.

Il contenuto di questa sezione si compone di tre parti:

  1. IL GESTORE DEL SERVIZIO
  2. IL GESTORE DEI RAPPORTI CON UTENZA E DELLE TARIFFE
  3. IL DOCUMENTO DELLA RISCOSSIONE

 

  1. IL GESTORE DEL SERVIZIO

Il Comune di Dalmine affida i servizi di nettezza urbana e di gestione dei rifiuti ad aziende autorizzate ai sensi dell’art. 212 del D.Lgs. 152/2006 e s.m.i., tramite periodiche gare di appalto ai sensi del D.Lgs. 163/2006, del D.P.R. 207/2010 e dell'art.113 del D.Lgs. 267/2000 e s.m.i., svolte mediante procedure aperte con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa.

Con determinazione n. DIR2-7 del 14 gennaio 2013, R. G. n. 44, i servizi sono stati aggiudicati all’Impresa Sangalli Giancarlo & C. S.r.l. di Monza (MB) per il periodo 1 aprile 2013 – 31 marzo 2018. Il relativo contratto, n. repertorio 444, è stato sottoscritto in data 30 gennaio 2013 ed è ancora in essere in virtù di proroghe resesi necessarie a seguito di contenzioso sull’aggiudicazione definitiva della nuova gara d’appalto avvenuta con determinazione n. DIR2-476 del 30 novembre 2018, R.G. n. 1409. In virtù dell’ultima proroga concessa, la scadenza del contratto è attualmente prevista al 31 agosto 2020.

Il gestore del servizio integrato di gestione dei rifiuti urbani è l’Impresa Sangalli Giancarlo & C. S.r.l. con sede legale in Via Fermi 35 a Monza.

Per contattare tale Impresa sono disponibili i seguenti recapiti:

Modalità di svolgimento dei servizi

Le modalità di esecuzione dei servizi sono indicate nel Capitolato Speciale d’Appalto, nell’offerta tecnica presentata dall’impresa appaltatrice in sede di gara, nel "Regolamento per la disciplina del servizio rifiuti solidi urbani” approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 33 del 14 aprile 2011 e nel “Regolamento Comunale di Gestione dell’Infrastruttura Comunale” per la raccolta differenziata.

I servizi complessivamente erogati dall’impresa appaltatrice sono i seguenti:

  • raccolta a domicilio dei rifiuti urbani non recuperabili (frazione secca indifferenziata) e di quelle recuperabili (frazione organica, carta e cartone, plastica, vetro e lattine);
  • raccolta selettiva del cartone presso alcune utenze industriali e attività commerciali;
  • raccolta di pile e farmaci da contenitori stradali;
  • raccolta dei rifiuti urbani prodotti presso i cimiteri comunali esclusi quelli derivanti da attività di esumazione ed estumulazione;
  • raccolta degli sfalci verdi dagli impianti sportivi comunali da marzo a novembre;
  • raccolta dei pannolini e pannoloni, in aggiunta al ritiro settimanale del secco, eseguita presso le utenze che ne fanno richiesta;
  • raccolta dell’olio vegetale presso eseguita presso le utenze (ristoranti, bar, mense) che ne fanno richiesta;
  • spazzamento del suolo pubblico e stradale manuale e meccanizzato, compresi lo svuotamento dei cestini, la pulizia delle aree verdi e delle aree spartitraffico e rotonde, laraccolta dei rifiuti abbandonati, l’asportazione dei rifiuti di griglia dalle rogge, i servizi vari e occasionali espletati da un operatore fisso netturbino sul territorio, la pulizia del sistema di smaltimento delle acque meteoriche;
  • pulizia e raccolta dei rifiuti inerenti l’area dei mercati comunali e/o altri spazi di interesse pubblico;
  • gestione dell’Infrastruttura Comunale (Piattaforma Ecologica) di via Bastone consistente in ricevimento ed assistenza dell’utenza, raccolta, trasporto dei rifiuti;
  • trasporto e conferimento dei rifiuti urbani domestici e assimilati raccolti a domicilio, sul suolo pubblico e stradale e presso l’Infrastruttura Comunale, agli impianti di smaltimento e/o trattamento e/o recupero, ad esclusione dei RAEE e degli abiti;
  • smaltimento e/o recupero dei rifiuti urbani domestici e assimilati raccolti a domicilio, sul suolo pubblico e stradale e presso l’Infrastruttura Comunale, ad esclusione dei RAEE, degli abiti e della frazione secca indifferenziata;
  • attività di sensibilizzazione ed informazione della cittadinanza.

Il trasporto ed il recupero dei RAEE dall’Infrastruttura comunale viene svolta dai soggetti direttamente individuati dal Centro Di Coordinamento RAEE.

La gestione degli abiti usati viene svolta da vari soggetti convenzionati con il Comune.

 

Modalità di raccolta dei rifiuti – calendario raccolta rifiuti

Il servizio di raccolta dei rifiuti urbani è eseguito con modalità porta a porta. 

Il rifiuto deve essere esposto davanti al proprio numero civico dalle 19:00 del giorno antecedente la raccolta ed entro le ore 6.00 del giorno di raccolta.

Gli utenti per la corretta esposizione devono utilizzare le attrezzature fornite per l’umido (mastelli, bidoni carrellati, ecc.) o quelli acquistati autonomamente per le altre tipologie di rifiuto.

I giorni di raccolta sono i seguenti:

ZONA A

  • Frazione secca residua: venerdì
  • Frazione umida: lunedì e venerdì
  • Carta e cartone: giovedì
  • Imballaggi in plastica: giovedì
  • Vetro e lattine: lunedì

ZONA B

  • Frazione secca residua: sabato
  • Frazione umida: martedì e sabato
  • Carta e cartone: mercoledì
  • Imballaggi in plastica: mercoledì
  • Vetro e lattine: martedì

Il calendario relativo alla zona di appartenenza è scaricabile  cliccando QUI 

 

Istruzioni sul corretto conferimento dei rifiuti

Le modalità di corretta separazione dei rifiuti a Dalmine sono specificati in due documenti:

  • l’opuscolo informativo “Se ben differenzi fai la differenza”, disponibile sia in forma cartacea presso l’ufficio ecologia del Comune sia in forma digitale scaricabile cliccando QUI 
  • l’Ecovocabolario, una guida composta da circa 600 voci, poste in ordine alfabetico, che fornisce informazioni utili per la corretta differenziazione dei rifiuti, disponibile sia in forma cartacea presso l’ufficio ecologia del Comune sia in forma digitale scaricabile cliccando QUI  

Contenitori per la raccolta del rifiuto umido forniti dal Comune

L’ufficio ecologia:

  • distribuisce gratuitamente ai nuovi residenti, ai nuovi condomini e alle nuove attività commerciali e produttive;
  • vende a tutti gli altri utenti;

i contenitori per la raccolta differenziata dell'umido.

In particolare vengono forniti gratuitamente:

  • ai nuovi residenti sempre un contenitore da 7,5 litri aerato di colore verde da utilizzare in casa e, solo se si risiede in un edificio con meno di 6 famiglie, un contenitore da 25 litri di colore verde da esporre in strada;
  • alle utenze non domestiche: n. 1 contenitore da 25 litri verde e, solo se trattasi di bar o ristorante o mensa, n. 1 contenitore da 120 litri di colore verde
  • per i nuovi condomini, su richiesta scritta dell'amministratore di condominio, n. 1 contenitore da 120 litri di colore verde ogni n. 6 famiglie.

I nuovi utenti, per ottenere i contenitori gratuiti, devono recarsi presso l'ufficio tributi per la registrazione all'anagrafica della TARI (o equivalente) e poi presentarsi, con il modello rilasciato da tale ufficio, presso l’ufficio ecologia.

Tutti gli altri utenti possono recarsi direttamente all’ufficio ecologia per l'acquisto.

I costi dei contenitori sono i seguenti:

  • € 1,00 per ogni contenitore da 7,5 litri aerato;
  • € 10,00 per ogni contenitore da 25 litri;
  • € 25,00 per ogni contenitore da 120 litri;

da versare direttamente presso l’ufficio ecologia, che rilascerà apposita ricevuta di acquisto.

Gli amministratori di condominio possono versare le somme necessarie tramite bonifico.

 

Sacchi e contenitori per altre tipologie di rifiuti forniti dalle utenze

Ogni utente deve provvedere all'acquisto dei sacchetti per la raccolta dei rifiuti (trasparenti possibilmente di colore grigio per il secco residuo, trasparenti possibilmente di colore giallo per plastica, in materiale biodegradabile per l’umido).

Gli utenti possono dotarsi autonomamente dei seguenti contenitori per la raccolta differenziata:

  • del secco: cassonetti da 1.100 litri con attacco Din di colore verde o grigio;
  • del vetro/lattine: bidoni carrellati da 120, 240 e 360 litri con attacco a pettine di colore blu e cassonetti da 1.100 litri con attacco din di colore blu;
  • della carta e cartone: bidoni carrellati da 120, 240 e 360 litri con attacco a pettine di colore bianco e cassonetti da 1.100 litri con attacco din di colore bianco;
  • della plastica: bidoni carrellati da 120, 240 e 360 litri con attacco a pettine di colore giallo e cassonetti da 1.100 litri con attacco din di colore giallo.

 

Piattaforma ecologica

La Piattaforma Ecologica di Dalmine si trova in Via Bastone e possono accedervi:

  • tutti i cittadini residenti nel Comune di Dalmine, utilizzando la propria Tessera Sanitaria o Carta Regionale dei Servizi;
  • le persone non residenti iscritte all’anagrafe TARI (in precedenza TARES, TIA e TARSU) di Dalmine, le quali devono chiedere al Servizio Tutela Ambientale e Territoriale del Comune, l’attivazione della propria Tessera Sanitaria o Carta Regionale dei Servizi;
  • le attività artigianali, produttive e commerciali e le parrocchie di Dalmine, le quali devono chiedere al Servizio Tutela ambientale e Territoriale del Comune il rilascio della Tessera dei Servizi Ecologici.  

Le attività artigianali, produttive e commerciali possono richiedere il rilascio della Tessera dei Servizi Ecologici solo se in possesso dei seguenti requisiti:

  • essere iscritte all’anagrafe TARI (in precedenza TARES, TIA e TARSU) del Comune di Dalmine ed essere in regola con i relativi versamenti;
  • solo se necessario, essere iscritte all’Albo Gestori Ambientali istituito presso la CCIAA di Milano, nella categoria 2bis, ed essere in regola con il versamento dei diritti annuali di iscrizione (la cui scadenza è fissata al 30 aprile di ogni anno). Per maggiori informazioni sull’Albo Gestori cliccare QUI ;
  • solo per i distributori, installatori e gestori centri assistenza di apparecchiature elettriche ed elettroniche: essere iscritti, solo se necessario, all’Albo Gestori Ambientali anche alla categoria 3bis.

Tale tessera viene consegnata al richiedente solo al termine delle verifiche attuate dal Servizio Tutela Ambientale e Territoriale, e, solo se è necessaria l'iscrizione all'Albo Gestori, ha validità fino al 30 aprile di ogni anno di riferimento e ogni utente deve avere cura di richiederne il rinnovo, presentando copia dell’avvenuto versamento dei diritti di iscrizione all’Albo per l’anno successivo.

Le Tessere Sanitarie/Carte Regionali dei Servizi e le Tessere dei Servizi Ecologici vanno inserite o avvicinate alla colonnina posta nelle immediate vicinanze della sbarra di ingresso, che, dopo la positiva verifica dei dati, si solleva per consentire l’accesso alla piattaforma.

I rifiuti devono essere conferiti separati per materiale e depositati negli appositi contenitori ed aree contrassegnate su indicazione degli addetti.

In uscita la sbarra si apre automaticamente avvicinandosi alla stessa con il proprio mezzo di trasporto.

Gli orari della piattaforma ecologica sono così articolati:

  • Lunedi solo per utenze non domestiche dalle 8.00 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 18.00;
  • Martedì   dalle 14.00 alle 18.00;
  • Mercoledì dalle 8.00 alle 12.00;
  • Giovedì      dalle 8.00 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 18.00;
  • Venerdì   dalle 14.00 alle 18.00;
  • Sabato solo per utenze domestiche dalle 8.00 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 18.00.

I modelli relativi al rilascio della Tessera dei Servizi Ecologici e all’attivazione della Tessera Sanitaria/ Carte Regionali dei Servizi sono reperibili cliccando QUI 

Chiusura della Piattaforma Ecologica

La piattaforma ecologica è chiusa in occasione di tutte le festività, domeniche comprese.

 

Raccolta domiciliare di pannolini e pannoloni

Èattivo il servizio gratuito di raccolta a domicilio di pannolini e/o pannoloni rivolto:

  • alle famiglie con bambini fino a 36 mesi di età;
  • alle persone di ogni età che ne abbiano specifica necessità;
  • alle scuole pubbliche e private.

Per poter usufruire di tale servizio è necessario presentare il relativo modulo di adesione, debitamente compilato, all’ufficio ecologia del Comune:

Il modulo e la lettera di presentazione del servizio con le istruzioni operative da seguire sono disponibili cliccando QUI

 

Compostaggio domestico

Sono disponibili gratuitamente presso l’ufficio ecologia del Comune le copie a colori del manuale su “il compostaggio domestico dei rifiuti organici”, predisposto dall’Impresa Sangalli.

Tale manuale può essere scaricato nel suo formato digitale cliccando QUI 

Scopo di questo opuscolo è quello di creare un circolo virtuoso di riciclo e riutilizzo, nella convinzione che tutto ciò possa educarci a ridurre gli sprechi e a tutelare l’ambiente.

 

Variazioni dei servizi

In caso di variazioni apportate ai servizi (scioperi, modifiche nelle frequenze di raccolta, ecc.) è sempre tale ufficio che provvedere a pubblicare appositi avvisi sul sito del Comune e sui tabelloni luminosi comunali e a coordinare la campagna informativa da far eseguire ad opera dell’impresa appaltatrice con la stampa e distribuzione di volantini, manuali, calendari annuali di raccolta.

 

Carta della qualità del servizio

La Carta di qualità dei servizi di igiene urbana è stata predisposta dall’Impresa Sangalli ed è disponibile in formato digitale cliccando QUI

 

Percentuale raccolta differenziata raggiunta nel comune nel triennio precedente

La percentuale di raccolta differenziata raggiunta nel comune di Dalmine è pari:

  • per l’anno 2017 al 74,70%
  • per l’anno 2018 al 76,23%;
  • per l’anno 2019 al ___ % (dato non ancora disponibile).

 

Spazzamento e lavaggio strade

Lo spazzamento meccanico e quello manuale, rispettivamente effettuati con autospazzatrice aspirante e con operatore dotato di soffiatore viene effettuato secondo lo schema riportato all’interno della carta dei servizi, disponibile cliccando QUI  

Eventuali comunicazioni da parte di ARERA agli utenti

Non sono attualmente pervenute comunicazioni da parte di AREAR agli utenti

 

  1. IL GESTORE DEI RAPPORTI CON UTENZA E DELLE TARIFFE (COMUNE)

Il servizio integrato di gestione dei rifiuti urbani per ciò che riguarda le attività di Spazzamento e lavaggio strade, raccolta e trasporto rifiuti è la ditta IMPRESA SANGALLI SRL con sede legale in Via Fermi 35 a Monza.

Per avere informazioni sul servizio, fare segnalazioni o sporgere reclami, vi potete rivolgere ai seguenti recapiti:

  • Per il servizio all’ufficio ecologia ai seguenti recapiti:

Telefono 035/62.24.875 - fax 035/62.24.738

e-mail ecologia@comune.dalmine.bg.it

direttamente allo sportello ecologia che segue gli orari sotto indicati anche per l’ufficio tributi;

 

  • Per l’aspetto amministrativo (denunce, superfici, tariffazione) all’ufficio Tributi ai seguenti recapiti:

Telefono 035/62.24.880 - fax 035/62.24.738

e-mail tributi@comune.dalmine.bg.it

direttamente allo sportello tributi che segue i seguenti orari (mercoledì chiuso):

lunedì e venerdì dalle 8,30 alle 13,30

martedì dalle 8,30 alle 12,30

giovedì dalle 8,30 alle 12.30 e dalle 16,30 alle 18,15

 

Relativamente all’Ufficio Tributi è disponibile la seguente modulistica scaricabile al link corrispondente:

 

1-Denuncia di cessazione clicca QUI   

2-Denuncia Utenze Domestiche clicca QUI 

3-Denuncia Utenze Non Domestiche clicca QUI 

4-Domanda di riduzione clicca QUI 

5-Domanda di rimborso  clicca QUI 

6-Domanda riduzione per compostaggio clicca QUI 

7-Segnalazione generica (o tramite modulo o liberamente con mail all’indirizzo tributi@comune.dalmine.bg.it) scaricabile cliccando QUI

Le riduzioni riconosciute all’Utenza Domestica riguardano l’uso stagionale, il compostaggio, mentre quelle per l’Utenza Non Domestica interessano l’uso stagionale o il recupero di rifiuti ed imballaggi.

CHI PAGA LA TASSA E COME SI CALCOLA

La TARI è dovuta se si possiedono o detengono, a qualsiasi titolo (proprietà, usufrutto, comodato, locazione, ecc.):

- locali (quindi tutte le strutture fissate al terreno e chiuse minimo su tre lati)

- aree scoperte, ossia tutte quelle superfici prive di edifici o di strutture edilizie, di spazi circoscritti che non costituiscono parte integrante del locale adibiti a qualsiasi uso suscettibili di produrre rifiuti urbani e assimilati.

Sono invece escluse: le aree scoperte accessorie o di pertinenza di locali soggetti a Tari (per esempio: balconi e terrazze scoperte, cortili, giardini), ad eccezione di quelle operative; le aree comuni condominiali di cui all'art. 1117 del Codice Civile che non siano detenute o occupate in via esclusiva, come androni, scale, ascensori, stenditoi o altri luoghi di passaggio o di utilizzo comune tra i condomini.

La tassa sui rifiuti è dovuta da chi occupa l'immobile indipendentemente se proprietario o inquilino in affitto. In caso di occupazione temporanea, di durata inferiore ai sei mesi nel corso dello stesso anno solare, la TARI è dovuta dal possessore dei locali e delle aree a titolo di proprietà, uso, usufrutto, diritto di abitazione o superficie.

COME SI CALCOLA LA TARI (ESEMPI)

Il Comune calcola l’ammontare della tassa e invia al contribuente l’avviso di pagamento. Le utenze sono suddivise in due macro categorie: Le Utenze Domestiche – UD e le Utenze Non Domestiche – UND.

Per le UD la TARI viene calcolata in base alla superficie calpestabile dell’abitazione e relative pertinenze (differenziate in sei tariffe in funzione del numero dei componenti il nucleo familiare e/o al numero di occupanti). Per l'applicazione della TARI si considerano le superfici dichiarate o accertate anche ai fini dei precedenti tributi (Tares, Tarsu), salvo intervenute variazioni.

Per le UND, che sono tutte le restanti superfici. Queste sono assoggettate a tassazione in virtù di una tariffa, suddivisa in due parti:

- una quota fissa, determinata in base alle componenti essenziali del costo del servizio, in particolare ai costi di investimento per le opere e relativi ammortamenti, che viene rapportata alle superfici occupate;

- una quota variabile, rapportata ai costi di gestione per lo smaltimento dei rifiuti che viene rapportata al tipo di attività svolta (comunità, attività commerciali, artigianali, industriali, professionali e le attività produttive in genere, suddivise in 30 categorie di attività con omogenea potenzialità di produzione rifiuti).

L'importo della tassa viene poi maggiorato del Tributo provinciale per l'Esercizio delle Funzioni collegate alla tutela, protezione e igiene Ambientale – TEFA (D. Lgs. 30/12/1992, n, 504, art. 19), pari al 5% dell'importo della tassa, che il comune prevede nell’importo da pagare e che poi viene trattenuto direttamente dal ministero delle finanze e girato all’Amministrazione provinciale di Bergamo.

 Sulla TARI non è applicata l'IVA.

Esempio di calcola della TARI per UD.

 

Prendiamo le tariffe del 2019

N. Compon.
Nucleo

Q.ta fissa
€/mq/anno

Q.ta variab.
€/anno

1 componete

  0,440814

  27,476623

2 componenti

  0,517956

  46,160727

3 componenti

  0,578568

  57,700909

4 componenti

  0,628160

  71,439221

5 componenti

  0,677752

  87,375662

6 o + componenti

  0,716323

  99,190610

 

Per calcolare il dovuto da una famiglia di 3 persone con una superficie di mq. 105 (appartamento + box + cantina), si esegue il seguente calcolo:

= (Quota fissa x mq. 105) + (quota variabile di 3 componenti) = Tassa

Tassa + 5% (TEFA) = Totale Dovuto per TARI

Ovvero => (0,578568 * 105) + 57,700909 = 60,75+57,70 = 118,45 

€ 118,45 +5% = € 124,37 da arrotondare a € 124,00

 

Conteggio TARI per utenza non domestica di 130 mq di un Bar.

Prendiamo uno stralcio delle tariffe 2019 per UND

N22

Ristoranti, trattorie, osterie, pizzerie, pub

       4,971463

       4,298877

       9,270340

N23

Mense, birrerie, amburgherie

       4,081833

       3,529743

       7,611576

N24

Bar, caffè, pasticceria

       3,355738

       2,897189

       6,252927

N25

Supermerc, pane/pasta, macelleria, alimentari

       1,563394

       1,352712

       2,916106

N26

Plurilicenze alimentari e/o miste

       1,360611

       1,172672

       2,533283

 

La tassa annua viene così calcolata:

=  quota di tariffa fissa + quota variabile x 130 = Tassa

Tassa + 5% (TEFA) = Totale Dovuto per TARI

Ovvero (3,355738 + 2,897189 ) = 6,252927 x 130 = 812,88

€ 812,88 + 5% = 853,52 da arrotondare a € 853,00

 

MODALITA’ DI PAGAMENTO

Il pagamento è stato effettuato fino ad oggi tramite il modello F24, gratuito.

Dall’anno 2020 il sistema cambia. Viene abbandonato l’F24 a favore del nuovo sistema “pagoPA” che presenta un maggior numero di soggetti che possono ricevere il pagamento (oltre alla banca e alla posta), come le ricevitorie, dal tabaccaio, al supermercato disponibile al servizio, on-line. E’ in corso di verifica la possibilità di pagamento tramite domiciliazione bancaria. Il modello ha dei costi che variano a seconda del soggetto – intermediario – che si sceglie per pagare. Il sistema però offre maggiori garanzie di precisione.

In caso di mancato pagamento della Tassa verrà inviata una raccomandata con richiesta del pagamento senza maggiorazioni, da effettuare entro 60 gg. dalla notifica. Oltre i 60 gg sono dovute anche le sanzioni e gli interessi di mora.

Potete visionare:

  • Il Regolamento vigente della Tassa visionabile QUI 
  • La delibera di approvazione delle tariffe 2019 e 2018 visionabili QUI e QUI

 

In caso di disagio economico o sociale verrà predisposta la modulistica per accedere ad agevolazioni tariffarie

Per l’anno 2020 le scadenze di pagamento saranno definite a breve termine

Al momento non è ancora possibile inviare gli avvisi di pagamento in formato elettronico, ad eccezione dei possessori di PEC.

SEZIONE PER LE SEGNALAZIONI ARERA

Non risultano al momento segnalazioni da ARERA

 

  1. IL DOCUMENTO DELLA RISCOSSIONE

Il documento della riscossione che verrà inviato nel corso dell’anno 2020 conterrà le seguenti informazioni:

  • Indicazioni sulla possibilità di ricevere per posta elettronica la bolletta e come fare.
  • Indicazione del servizio svolto
  • Dati identificativi utente ed elementi dell’utenza
  • Se la tassa è commisurata alla q.ta di rifiuti conferiti, le quantità e la frazione devono essere riportate.
  • Indirizzo internet per reperire informazioni
  • Periodo di riferimento del documento di riscossione
  • Recapiti per qualsiasi info, richiesta, reclamo
  • Importo addebitato, scadenza rata unica o singole rate
  • Indicazione della quota fissa e di quella variabile
  • Se misurazione puntuale, indicare prestazione incluse nel servizio minimo
  • Riduzioni o conguagli applicati
  • Addizionali applicate
  • Estremi approvazione tariffe e indicazioni internet per accedere a riduzioni
  • Elenco modalità di pagamento con dati del beneficiario
  • Situazione dei pagamenti precedenti
  • Se ci sono scoperti, le procedure che verranno applicate con sanzioni, interessi
  • Indicazioni della società che svolge il sevizio integrato, recapiti
  • Recapiti e orari apertura comune
  • Indicazione carta qualità
  • Almeno 1 volta all’anno - Calendario raccolta e orari centri di raccolta, calendario e orari spazzamento se possibile, istruzioni corretto conferimento rifiuti, % raccolta differenziata raggiunta

Ultima modifica: //